Comunicato Rsa Fiom/ GB Vico Pomigliano. LA PANDA TORNA IN POLONIA: QUALE FUTURO PER POMIGLIANO? (2)

  Rsa Fiom/ GB Vico Pomigliano

 

Dal salone di Ginevra Marchionne annuncia che entro il 2019/2020 la Panda tornerà in Polonia e che a Pomigliano saranno prodotte auto del marchio Alfa o Maserati.

 

Aver compreso che a Pomigliano i lavoratori sono in grado di produrre auto più complesse è un fatto positivo, ma è un riconoscimento che arriva con notevole ritardo. Inoltre, queste dichiarazioni, invece che rassicurare, pongono interrogativi che vanno affrontati con senso di responsabilità da parte di tutti:

 

  1. Cosa succederà ad agosto 2018, quando saranno terminati gli ammortizzatori sociali con cui l’azienda sta gestendo gli esuberi?

 

  1. Quali e quanti modelli arriveranno a Pomigliano in sostituzione della Panda?

 

  1. Questi modelli garantiranno la piena occupazione per tutti i circa 4600 lavoratori?

 

Queste sono domande che meritano una risposta, a cui nessuno si può sottrarre, perché in questi anni le lavoratrici ed i lavoratori hanno sopportato enormi sacrifici economici e familiari e adesso hanno il diritto di avere rassicurazioni sul loro futuro.

 

La Fiom-Cgil ritiene necessario avviare una discussione vera sul piano industriale anche con le istituzioni e le forze politiche  che devono fare la loro parte per salvaguardare lo stabilimento di Pomigliano.

 

Per la Fiom-Cgil, l’incontro che si terrà entro giugno con l’azienda è determinante per il futuro produttivo ed occupazionale dello stabilimento.

 

Per la Fiom-Cgil le scelte vanno assunte non escludendo i lavoratori. Per questo abbiamo sostenuto e firmato il loro appello, poiché chiedono a tutti i sindacati di informarli e di confrontarsi con loro prima di prendere decisioni che direttamente li riguardano.

 

Pomigliano 20 marzo 2017                              

Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla! template by L.THEME